La guida Malopasso, giunta alla quarta edizione, è il mio personale contributo allo sviluppo dell’arrampicata in Campania e, soprattutto, il frutto di quasi quarant’anni di scalate, chiodatura e richiodatura nella mia regione e dintorni. Oltre alle relazioni aggiornate delle vie di arrampicata e degli itinerari storici che ho riscoperto e ripreso recentemente, questa edizione si arricchisce di una sezione dedicata  alle vie ferrate presenti nella regione e sull’Appennino Lucano.

Sulla Costa d’Amalfi si scala spesso in luoghi poco conosciuti dal turismo classico, tra scenari insoliti, caratterizzati da abitazioni rupestri, chiese, monasteri, dove i colori della montagna si fondono col blu del mare. Qui, le case a volta, spesso addossate alle falesie e a lungo celebrate dai viaggiatori italiani e stranieri, rappresentano una fondamentale espressione del paesaggio, assumono notevole valore storico-artistico e danno vita ad un tessuto civile davvero unico, che fonde antico e moderno.  Sovente le costruzioni rispettano la morfologia delle rupi, i suoi dislivelli, e spesso sorgono disseminate sui terrazzamenti ricavati nei secoli sui fianchi ripidi della montagna: è la costiera più vera, quella meno accessibile, e frutto del duro lavoro dell’uomo, spinto dal desiderio  di convivere in simbiosi con quei  luoghi.

Lasciati i dedali di stradine, la natura e le scogliere della Costa di Amalfi e di Positano, spostandosi verso sud, il paesaggio cambia radicalmente via via che ci si avvicina alla zona del Parco del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il secondo parco in Italia per dimensioni, che si trova qualche decina di chilometri più a sud di Salerno, nella zona che si estende dalla piana di Paestum al Golfo di Sapri. Le pareti del Cilento hanno un valore aggiunto. La pietra dove si scala si mescola ai profumi mediterranei, alla storia e alle tradizioni popolari ed è dall’alto di queste pareti che  si percepisce meglio la capacità che possiedono questi luoghi di far emozionare.

Oreste Bottiglieri

AGGIORNAMENTO FALESIA DI ATENA LUCANA (SA). Grazie ai fondi ricavati dall’ultima edizione del Geko Festival il numero delle vie della falesia di Atena sale a oltre 70! Grazie!!

SETTORE SINISTRO. Esposto prevalentemente a Sud Est, è al sole quasi tutto il giorno.

1 MIKE PIZZA 5a 15m Placchetta e spigolo ben ammanigliati

2 LA STANZA DI MICHELO 5c+15m Diedro camino, traverso al buco e placca

3 APPLAUSI 5b+ 13m Placca con ribaltamento 
4 BURIAN 5b+ 10m Fessurina

5 SCIROCCO 5b 10m Placchetta con sequenza obliqua di maniglie

6 TRAMONTANA 4c 8m Placchetta

7 MAESTRALE 4c 8m Spigolo

8 FOHN 5c 12m Placca appoggiata e sezione finale verticale

9 GOULOTTINA 5b+ 15m Diedro/camino e placca

10 GHOST 6b 15m Breve strapiombo chiave

11 CI VUOLE LO SCANNETIELLO 6a 13m Leggero strapiombo e uscita in placca

12 A TUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA 6c 15m Placca verticale di dita

13 I PATRONI 5c+ 15m Diedro e spigolo articolato

14 ALFONSO BENISSIMAMENDE 6b+ 15m Placchetta verticale

15 E’ ROBA VECCHIA 5c 15m Placca a destra del grottino

16 BALENGO, BALENGA E BALENGHINO 5b 12m Rampa obliqua verso sinistra

17 BASODI E BADOLLI 6b+ 15m Leggero strapiombo e traverso chiave finale

18 LA SVAMPIRLA 5c+ 15m Fessura e placca

19 FARINIELLO QUAQUARAQUA’ 6a 13m Uscita in leggero strapiombo dallo spigolo

20 MICCIARIELLO 7c+ 13m Chiave per uscire dal bombamento

21 ‘O MERCEDESSE 5b+ 13m Placca

22 TERRA MIA L1 5b 13m Placca ben appigliata e finale

23 TERRA MIA L2 5c 18m Bombamento

24 FACCIO COMUNICAZIONE 5b+ 18m Placca

25 ER PATACCA 6b 15m Placca tecnica

26 NON TI SI PUO’ GUARDARE 5b 13m Placchetta con sezione finale delicata

27 IL CINGHIALE E L’ORSO 6c 23m Placca con uscita a sinistra in strapiombo

28 IL CINGHIALE E L’ORSO (variante dx) 6b 23m Placca con uscita a destra

29 LA VIPERA, LA STREGA E LA DOLCE 6a+ 23m Placca e fessura

30 HO DETTO TUTTO L1 6c+ 20m Placca verticale con sezione impegnativa

31 HO DETTO TUTTO L2 7a+ 25m Placca verticale povera di appigli

32 UNA ZOCA IN MENO L1 6c 16m Placca

33 UNA ZOCA IN MENO L2 8a 25m Placca verticale e spigolo aereo da urlo

34 ERBA VIENTO 6b 16m Placca tecnica. Segue la linea degli spit

35 DE CACHETOR 5b+ 15m Placca

36 ZI’ PARACADUT 6c+ 25m Sequenza obliqua di buchi, diedro tecnico e bombamento chiave

37 ZI‘ SEMENTAR 7a 27m Prima sezione su tacche, placca verticale e bombamento finale

38 IL PRIMO VERO BUDDHA 7b 30m Placca verticale e pilastrino complicato

39 LA LIBERA USCITA 6c+ 30m Placca con allungo chiave e diedro finale

40 IL FRATELLO SCEMO 7c 27m Placca verticale

41 TOTO’, PEPPINO E LA MALAFEMMINA 8a+ 30m Canne in leggero strapiombo e bombamento chiave

42 PIPINO 8a+ 30m Strapiombo a buchi, canne e placca

43 CUPIUS IN FABULA 5b+ 15m Placca appoggiata

44 CEFALO GENEROSO 6a+ 15m Placca verticale

45 UNA VALIGIA E DUE CRIATURI L1 6c 15m Pancia con buone tacche

46 UNA VALIGIA E DUE CRIATURI L2 8a 25m Resistenza su leggero strapiombo e muro povero di prese

47 TU VICINAMME’ 7a 25m Spigoli tecnici e in leggero strapiombo. Uscita su tacche

48 IO SPERIAMO CHE… 7a 25m Diedro tecnico in leggero strapiombo e placca finale

SETTORE DESTRO. Esposto in prevalenza ad Est, va in ombra nel primo pomeriggio. Di recente chiodatura, calcare e dolomia non sempre compatti e spesso erbosi.

49 IL FRATELLO DI PARASCANDALO 5b+ 15m Placca spesso erbosa

50 GRILLOTALPA (multipitch) Oreste Bottiglieri, Nicola Vetta – 2018

Dislivello 50m

Sviluppo 55m, 3 lunghezze

5b+ (5a obb.)/S1/I

Materiale necessario: normale dotazione per multipitch, 15 rinvii, 2 corde da 50m se si vuole rientrare alla base con una sola calata 

Breve via su roccia discreta, aperta dal basso e successivamente integrata con numerosi ancoraggi.

Attacco: Dal monotiro Grillotalpa.

L1 Placca a buchi e gocce. Superare a sinistra la prima catena, fino alla sosta nella nicchia (5b+, 20m).

L2 Dal terrazzino di sosta si va in obliquo a destra per diedrini, poi si traversa decisamente a sinistra verso la sosta sullo spigolo (5b+, 15m).

L3 Proseguire a destra della sosta per placchette ben appigliate e a buchi fino all’ultima sosta di calata (5b+, 20m)

Discesa: tutte le soste hanno anello di calata. Se si dispone di 2 corde da 50m si arriva alla base della parete con una sola calata. Con una corda singola da 70m conviene fare 1 calata fino alla prima sosta nella nicchia ed un’altra da 20m fino alla base. 

51 FASHION 5a 15m Diedro e placca

52 OCCHI DI MUCCA 6b+ 33m Placca e singolo a metà

53 CIO’ IL NUMERO DIECI 7a 30m Sezione di dita e placca

54 SHREK 5a 12m Placca ben appigliata ma erbosa
55 FIONA 4a 8m Breve e facile placchetta spesso erbosa
56 IL CICLOTURISTA 7c 30m Passo intenso a metà e finale delicato
57 TIENIMI 6b 30m Bella linea con passaggio nella prima metà 
58 TIRAMI 5c 25m Placca verticale ma ben appigliata 
59 LA CAMICIA DI STUCCO 5b+ 20m Placca con breve tratto verticale
60 POGGIALOQUA 6a 18m Prima sezione delicata, poi spigolo facile
61 MARUNNELLA ROUTE 6a+ 15m Leggero strapiombo e placca

SETTORE MICCETTA. Situato sul versante opposto della valle rispetto agli altri settori, è esposto prevalentemente a Ovest. Al mattino è in ombra e ci rimane fino al primo pomeriggio.
62 BARRETTE 5b+ 16m Placca con tratto finale verticale ma ben appigliato
63 SUCCO DI FRUTTA 5c+ 18m Spigolo tecnico
64 IL TERRORE DEI SUINI 6b 18m Placca verticale a buchi
65 ABBRACCEREMO I FAGGI 6b+ 25m Bella variante a destra della via precedente
66 CAMPIONE DEL LEMMETO 6c+ 25m Breve strapiombo e spigolo
67 THE JUMPER 6a 25m Placca tecnica
68 IL TUTTO FARE 5c 12m Placca e leggero strapiombo ammanigliato

69 SOPPRESSATA 6a 10m Breve placca con uscita strapiombante

70 ANTOWEANTÒ 5b 10m Breve placca

71 GRINGO 5a 8m Breve e facile placca

Scopri i prossimi eventi:

Iscriviti

Segui la nostra pagina Facebook e scopri come partecipare alle prossime attività

Prenota

Contattaci per prenotare un'uscita insieme ad una Guida Alpina italiana certificata.